Litigation

Il dipartimento Litigation è composto da professionisti di comprovata esperienza e opera in sinergia con gli altri dipartimenti dello Studio, caratteristica che garantisce al Cliente la massima professionalità in ogni area di attività, sia nei settori tradizionali che in quelli di più recente formazione.

In particolare, il dipartimento fornisce assistenza sia nella gestione della fase precontenziosa – con attenta valutazione di opportunità e di merito sull’introduzione di una eventuale controversia – sia nell’ambito di procedimenti giudiziari ordinari e speciali, arbitrati, nonché strumenti alternativi di risoluzione delle controversie, con particolare riguardo alla conciliazione e alla mediazione.

I principali settori in cui opera il dipartimento sono i seguenti:

Diritto civile

In particolare nelle controversie in materia di contrattualistica commerciale, risarcimento danni a persone e cose, diritti reali.

Diritto commerciale e societario

In particolare nelle controversie in materia di concorrenza sleale, abuso di posizione dominante e abuso di dipendenza economica, azioni di responsabilità nei confronti di amministratori.

Diritto bancario e finanziario

In particolare nelle controversie in materia di conti correnti bancari, mutui, fideiussioni e garanzie autonome, assegni, prodotti finanziari.

Il dipartimento ha inoltre maturato una forte specializzazione in materia di:

Privacy e Data Protection

In particolare sia nei procedimenti avanti il Garante per la protezione dei dati personali, sia nei giudizi avanti l’Autorità giudiziaria ordinaria per l’impugnazione di provvedimenti e sanzioni del Garante nonché richieste di risarcimento danno.

ICT & IP

In particolare nelle controversie in materia di nuove tecnologie, social media e influencer marketing, marchi e brevetti, nomi a dominio, diritto d’autore, pubblicità, sia nei procedimenti avanti l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM), l’Ufficio Europeo per la Proprietà Intellettuale (EUIPO), l’Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria (IAP) e il Word Intellectual Property Organization (WIPO), sia avanti l’Autorità giudiziaria ordinaria.